Giuseppe Albergamo
tecnica  
Il tempo che Albergamo impiegava per comporre un quadro fatto con migliaia di frammenti di francobolli, cambiava a seconda della grandezza, e dalla varietà dei colori utilizzati.
Per le opere più grandi occorrevano diversi mesi, a volte anche anni interi. Una parte fondamentale era la ricerca della "materia prima" ovvero dei francobolli stessi, che gli pervenivano dentro grandi buste, ma ancora attaccati a lettere e cartoline provenienti da ogni parte del mondo. Albergamo procedeva a staccarli in un modo semplice ed efficace: svuotava la busta dentro la vasca del bagno di casa, e aspettava che i valori bollati si staccassero naturalmente da soli. A questo punto li prendeva uno ad uno, li collocava su delle reti in attesa che si asciugassero, infine li separava a seconda del colore. Aveva così pronta una "tavolozza" di
colori per l'opera da fare.
Una volta disegnato il soggetto sul cartoncino, iniziava a posare migliaia di frammenti, minuziosamente tagliati, fissandoli con una speciale colla facendo un lavoro lungo e difficile.
I suoi colori erano i francobolli, il suo pennello erano le sue mani. Il risultato era straordinariamente unico.
1. individuazione del colore 2. prova del francobollo sano
3. taglio del francobollo 4. posa del francobollo
5. Albergamo al lavoro 6. Albergamo al lavoro

© Albergamo - all rights reserved - 2008